Eventi

Gravity: la recensione

Gravity: la recensione

Gravity: la recensione

Gravity: è nelle sale italiane il capolavoro con cui Alfonso Cuaron si prenota un Oscar alla regia per il prossimo anno. Protagonista una magnifica Sandra Bullock, astronauta disperata e coraggiosa persa nello spazio infinito. 

Gravity: la recensione

Gravity: la recensione

Gravity è uno dei film migliori del 2013 e prevediamo che farà incetta di Oscar il prossimo anno. Com’è accaduto in passato con titoli di fantascienza come Jurassic Park (1993) o Avatar (2009), che hanno avuto il merito di introdurre soluzioni narrative innovative, unite ad invenzioni tecniche e visive strabilianti, così anche Gravity rappresenta un nuovo capitolo nell’evoluzione del cinema: sono certo che, ripensando a Gravity nei prossimi anni, ci ricorderemo tutto: lo stupore di fronte al pianeta Terra visto dallo spazio, i mirabolanti movimenti della macchina da presa, l’incredibile piano sequenza iniziale che, dopo averci mostrato la placida e serena bellezza del mondo visto da lontano, ci catapulta nel vivo dell’azione, togliendo letteralmente il fiato. Anche dopo una seconda o una terza visione, Gravity resta una pellicola in grado di farci dimenticare dove ci troviamo e di farci sentire i dolori e le paure della sua travagliata e intrepida protagonista (una Sandra Bullock in gran forma che ha offerto forse la prova migliore della sua carriera) come nostri: la solitudine, la chiusura alla vita, la paura della morte (raccontata nella metafora di un buio spaziale nerissimo, contrapposto ai colori luminosi della Terra, che resta sempre sullo sfondo, bella e –forse – irraggiungibile).

Gravity: una radiosa Sandra Bullock sul red carpet del London Film Festival

Gravity: una radiosa Sandra Bullock sul red carpet del London Film Festival

La sinossi di Gravity in breve: la prima missione spaziale della dottoressa Ryan Stone è destinata a non andare troppo bene e Cuaron ce lo lascia intuire durante i primi dieci minuti di film. Per fortuna che insieme a lei ci sia anche l’astronauta Matt Kovalsky, all’ultimo volo prima della pensione. Quella che per doveva essere una “semplice” passeggiata spaziale di routine si trasforma in una vera e propria catastrofe. Lo shuttle viene distrutto e loro si ritrovano soli nell’assordante silenzio dell’universo. Fluttuanti nell’oscurità e privi di qualunque contatto con la Terra non hanno apparentemente alcuna chance di sopravvivere anche per via dell’ossigeno che va esaurendosi. Forse l’unico modo per sperare di tornare a casa è quello di addentrarsi nello spazio infinito. Anche le recensioni dagli Stati Uniti sono entusiastiche: Susan Granger di SSG Syndicate ha scritto al riguardo che “era dai tempi di 2001: Odissea nello spazio che non si vedeva una fantasia fantascientifica emozionante e intensamente avvincente come questo film. Meravigliosamente innovativo, è uno spettacolo impressionante da non perdere”. lou Lumenick del New York Post ha invece definito Gravity “un film popcorn visivamente coinvolgente, in cui ogni momento dei 90 minuti non è un secondo sprecato”.

 

Paola Schettino Nobile

Commenta

Commenti

Approfondisci Eventi

Venezia 77 ecco tutti i vincitori del Leone d’Oro 2020

Stefania Albani14 Settembre 2020

Da oggi il via alla Mostra del Cinema di Venezia 2020, ecco i 18 film in concorso

Stefania Albani2 Settembre 2020

Il Giffoni Film Festival riparte e celebra i suoi 50 anni, tutti i film in concorso

Stefania Albani13 Luglio 2020

Nastri D’Argento 2020 in diretta su Rai Movie il 6 luglio, ecco le candidature

Stefania Albani16 Giugno 2020

Oscar 2020, Parasite miglior film, Joaquin Phoenix e Renée Zellweger migliori attori

Stefania Albani10 Febbraio 2020

Tutte le nomination agli Emmy Awards 2019, Game of Thrones ne ha ben 32

Stefania Albani17 Luglio 2019

A luglio a Riccione arriva la IX edizione di Cinè , presentata a Cannes

Redazione21 Maggio 2019

Questa sera Elton John alla première mondiale di Rocketman a Cannes

Redazione16 Maggio 2019

David di Donatello 2019: tutti i premiati e le foto dei vincitori

Stefania Albani28 Marzo 2019