News Cinema, Tv, Libri

5 stupidi teenagers dei film horror

5 stupidi teenagers dei film horror

I protagonisti dei film horror più classici sono spesso dei teenagers sprovveduti che devono vedersela con un pazzo serial killer per sopravvivere fino alla fine. Basta pensare a Venerdì 13, Nightmare, Scream, Non Aprite quella porta e tante altre storie tinte di sangue diventate veri e propri cult del genere. Quante volte guardando uno di questi film avete insultato uno dei protagonisti che ha fatto gesti frettolosi ed incoscienti andando in contro alla morte certa? Come le classiche ragazze bionde e belle che aprono porte senza riflettere o si avventurano da sole ad accertarsi di un rumore o di un urlo misterioso. O personaggi con scarse capacità decisionali, che mettono in pericolo gli amici e i compagni di sventura. Spesso il pubblico si ritrova a tifare per il carnefice, proprio a causa della stupidità di questi giovani protagonisti con un quoziente di intelligenza discutibile.

hori2

Randy e Tatum Riley – Scream

Il primo capitolo del franchise di Wes Craven ci regala ben due personaggi di questo genere: Randy e Tatum Riley. Randy cerca spesso di informare i suoi colleghi adolescenti del pericolo che sta arrivando, consigliando loro ciò che dovrebbero evitare di fare. Per questo è molto intelligente, ma poi quando si tratta di mettere in pratica quello che pensa e che dice, si rivela una specie di idiota. Quando Tatum Riley si trova davanti all’ assassino mascherato nel garage avrebbe potuto senza dubbio trovare qualsiasi strumento per difendersi o guadagnare tempo per scappare, ma ha scelto di passare attraverso una piccolissima porta per il cane che qualsiasi persona con un minimo di intelligenza avrebbe capito che non poteva funzionare. Infatti non ha sorpreso il fatto che la scena sia stata ripresa nel film parodia Scary Movie.

Wichita – Zombieland

Wichita è stata una dei pochi superstiti dell’ apocalisse zombie, senza fare troppe decisioni terribili. In realtà se non fosse per i minuti finali del film, si potrebbe quasi dire che lei è uno dei teenegaers del film horror più capaci in generale. Ma, in quei minuti finali, Wichita decide di accendere tutte le luci in un parco di divertimenti nel bel mezzo di un’apocalisse zombie, nonostante il fatto cheper tutto il film si sottolinea che una grande quantità di zombie arriva ogni volta che viene fatto anche il minimo rumore.

hori

Helen – So Cosa hai Fatto

Non c’era dubbio fin dall’inizio del film che Helen avrebbe fatto una brutta fine. Nelle ultime scene di So cosa hai fatto, la ragazza è inseguita da un killer incappucciato. Anche se il killer ha cercato più volte di farla fuori, durante questa sequenza di inseguimento Helen riesce a fuggire grazie ad un po’ di astuzia e riflessi pronti. Ma quando si trova a pochi cm dalla sicurezza pubblica di una sfilata decide di girarsi all’ultimo momento solo per assicurarsi che il killer sia ad una distanza adeguata alle sue spalle. E in quel momento viene brutalmente uccisa, ma è un po’ il caso di dire che se l’è cercata.

Paxton – Hostel

Ogni volta che si viaggia all’estero è importante tenere gli occhi aperti per le classiche truffe rivolte ai turisti. A parte quelle trovate per rubare semplicemente qualche soldo, alcune delle storie più brutte che coinvolgono i viaggiatori in difficoltà diventano ottimo materiale per un film horror che vive di scelte sbagliate. Per esempio nessuno ha mai insegnato al personaggio Paxton di Hostel questa cosa. La sua idiozia viene continuamente premiata e le sue decisioni mettono tutti in pericolo, eppure sembra sempre in grado di evitare il peggio per una fortuna sfacciata. In fondo per lui essere stupido si rivela un vantaggio.

hostel

Addison – Saw 3

Non è facile rimanere intrappolati nel mondo di Saw, tra i puzzle maniacali di Jigsaw e le invenzioni horror più subdole. Sono Non sono brutali solo nella loro esecuzione, ma in genere rendono quasi impossibile muoversi senza mettere in grave pericolo fisico o psicologico se stessi. L’unica eccezione a questa regola è la trappola a forma di scatola di Addison in Saw II, che avrebbe potuto essere facilmente risolta con il minimo dolore. Camminando intorno alla trappola per capirne la soluzione piuttosto evidente, o infilando entrambe le mani nei fori chiaramente allineati con le lame, Addison avrebbe potuto sopravvivere a questo aggeggio facilmente. Invece infila entrambe le mani con tutto l’entusiasmo di un bambino che vuole raggiungere i coni gelato e resta vittima della trappola.

News Cinema, Tv, Libri

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Leonardo DiCaprio tra i “Killers” accanto a Lily Gladstone, ecco la prima immagine del film

Stefania Albani11 Maggio 2021

Sarah Paulson protagonista dell’horror RUN, ecco il trailer italiano

Stefania Albani10 Maggio 2021

La voglia di cinema riporta la gente in sala, buoni risultati per Nomadland

Stefania Albani3 Maggio 2021

Stefania Rocca e Fortunato Cerlino nel film drammatico Dietro la Notte, trailer italiano

Stefania Albani23 Aprile 2021

Nuovo capitolo della saga The Conjuring – Per ordine del diavolo, trailer italiano

Stefania Albani22 Aprile 2021

Dal 14 maggio on demand arriva Jude Law con il suo ultimo film The Nest – L’Inganno

Stefania Albani21 Aprile 2021

Clarice, il trailer della serie sequel de Il Silenzio degli Innocenti, a febbraio su CBS

Stefania Albani16 Aprile 2021

Non mi uccidere, il nuovo thriller romantico soprannaturale diretto da Andrea De Sica

Stefania Albani13 Aprile 2021

Trailer italiano ufficiale di Loki la nuova serie tv Marvel in arrivo su Disney Plus

Stefania Albani12 Aprile 2021