News Cinema, Tv, Libri

School of Rock il musical a Broadway

School of Rock il musical a Broadway

School of Rock il musical

School of Rock il musical? Sì, avete capito bene.

Tutti hanno visto, almeno una volta nella vita, un musical. Se non rientrate in quel gruppo di persone, il concetto è molto semplice: un musical è una storia in cui, improvvisamente, i personaggi iniziano a cantare e ballare.
I musical possono essere più o meno sofisticati, originali, musicalmente accattivanti e, soprattutto, possono essere basati su romanzi o film di grande successo. Migliore sarà stata l’accoglienza da parte del pubblico di una determinata storia e maggiori saranno le possibilità che essa diventi un musical.
school of rock il musical
È il caso, ad esempio, di School of Rock: ricordate la divertente commedia del 2003 con uno scatenato Jack Black nei panni di un insegnante di musica? Beh, anche questa potrebbe diventare presto un musical per i palcoscenici di Broadway.
Lo ha annunciato nel corso di un’intervista radiofonica con CBC Radio Andrew Lloyd Webber, prolifico autore e produttore di musical da cui il cinema ha spesso attinto.
Pare che il musicista abbia infatti acquisito i diritti della storia e sia pronto a scriverne un adattamento per il teatro, aggiungendo anche qualche canzone originale alla colonna sonora. Il titolo? School of Rock il musical sembra una previsione verosimile.
Il film era andato piuttosto bene e il protagonista aveva anche ottenuto una nomination ai Golden Globe. Al centro della storia un ex musicista che, dopo aver iniziato a lavorare come supplente in una scuola, aiuta gli studenti del corso di musica a trovare la loro strada, creando al contempo un gruppo musicale per partecipare ad una sfida tra rock band.

“La gente si dimentica che scrivi qualcosa perché ti va di scriverla. Io non compongo musiche perché mi pongo come obiettivo l’idea di fare un altro musical. Voglio dire che, semplicemente, continuo a divertirmi nel farlo”, ha dichiarato Webber nel corso dell’intervista a proposito di School of Rock il musical. “Potrebbero esserci delle canzoni nuove, oltre naturalmente a quelle già contenute nel film originale”.

Se per caso non ne foste a conoscenza, sappiate che c’è il genio di Andrew Lloyd Webber dietro cult assoluti come Jesus Christ Superstar (1973), Evita (1996), Il fantasma dell’Opera (2004, tratto dallo spettacolo in scena a Broadway da più tempo) e il recente Les Miserables (2012).
Se possiamo riconoscere un difetto nei film tratti dai suoi musical, lo riscontriamo in un eccesso di teatralità, che impedisce al film di separarsi dal genitore per diventare altro, ossia cinema. Ad esempio, nonostante la bellezza della colonna sonora, le straordinarie performance del cast e le magnifiche scenografie, sia Il fantasma dell’Opera (diretto da Joel Schumacker) che Les Miserables (Tom Hooper) peccano di un eccesso di musica, (paradossalmente, visto che si parla di musical!) e rischiano di non piacere.
Gli attori non parlano quasi mai e ciò può rendere davvero indigesta l’intera operazione, appesantendola; perché un conto è il teatro e un altro il cinema (ma attenzione: questo può non influire sul risultato al box office e i dati parlano chiaro: Les Miserables, costato circa 60 milioni di dollari, ne ha incassati oltre 400 e Anne Hathaway si è anche portata a casa un Oscar come miglior attrice non protagonista).
E nonostante tutto è impossibile non ricordare e amare le canzoni scritte da Andrew Lloyd Webber: I don’t know how to love him (Jesus Christ Superstar), Memory (Cats) e Don’t Cry for me Argentina (Evita) sono solo alcune delle hit di una carriera straordinaria che è stata spesso premiata con Golden Globe, Tony Awards (ben 7), Oscar (uno, per la miglior canzone originale in Evita, condiviso con l’autore delle parole Tim Rice) e 3 Grammy Awards.
Ormai qualsiasi tipo di film viene trasformato in musical: dai film Disney (Il re Leone, Mary Poppins, La bella e la bestia</a>, La sirenetta, Aladdin, Tarzan) ai kolossal (Il signore degli anelli e Spiderman, quest’ultimo accolto negativamente dalla critica), passando per cult anni ’90 (Ghost, The Bodyguard, Priscilla la regina del deserto), storie di crescita personale come Billy Elliot (magnificamente adattato e diretto per il teatro dallo stesso regista del film, Stephen Daldry, regista anche di The Hours, The Reader e Molto forte, incredibilmente vicino), virate verso i sentimenti come Big Fish (prossimamente a Broadway, basato sul film di Tim Burton) oppure commedie senza troppe pretese (La rivincita delle bionde).
Cosa ne sarà di questo School of Rock il musical?
Sulla carta il progetto sembra divertente e c’è anche un grande autore dietro. Anche se, nelle sue ultime produzioni, il talento di mr. Webber ha mostrato qualche segno di cedimento: il suo diciottesimo musical, The wizard of Oz (in cui recitava anche Michael Crawford, primo storico Fantasma dell’Opera, qui nel ruolo del mago), era uno spettacolo mediocre e piuttosto noioso, anche musicalmente (che è la cosa più grave).
Riuscirà a fare di meglio con School of Rock il musical? Noi ce lo auguriamo.

school of rock il musical

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Tre Piani di Nanni Moretti unico film italiano in concorso a Cannes, trailer italiano

Stefania Albani8 Giugno 2021

Il 7 ottobre arriva al cinema Respect, il biopic su Aretha Franklin, ecco il trailer italiano

Stefania Albani7 Giugno 2021

Da oggi al cinema The Conjuring – Per Ordine del Diavolo, il nuovo trailer italiano

Stefania Albani3 Giugno 2021

In arrivo un biopic per la cantante e attrice CHER che ha compiuto 75 anni

Stefania Albani21 Maggio 2021

Joshua Jackson sarà il Dr. Death la serie in arrivo sulStarzplay

Stefania Albani18 Maggio 2021

La tragica e commovente storia di Alfredino raccontata in una miniserie in arrivo su Sky Cinema

Stefania Albani12 Maggio 2021

Leonardo DiCaprio tra i “Killers” accanto a Lily Gladstone, ecco la prima immagine del film

Stefania Albani11 Maggio 2021

Sarah Paulson protagonista dell’horror RUN, ecco il trailer italiano

Stefania Albani10 Maggio 2021

La voglia di cinema riporta la gente in sala, buoni risultati per Nomadland

Stefania Albani3 Maggio 2021