News Cinema, Tv, Libri

Riverdale, 5 verità non dette sulla serie tv

Riverdale, 5 verità non dette sulla serie tv

Chi avrebbe mai pensato che un mix di soap opera, mistery e teen drama basato sui vecchi libri a fumetti Archie avrebbe potuto diventare una serie tv di successo? Nel 2017 la CW ha lanciato sul piccolo schermo Riverdale, un elegante e moderno adattamento del fumetto con Archie, Betty, Veronica, Jughead e il resto della banda. A Riverdale Archie ha una relazione con il suo insegnante e la banda cerca di scoprire chi ha ucciso un compagno di classe. Anche se avete seguito con attenzione questa serie tv, forse non sapete alcuni dettagli dietro le quinte di Riverdale che vi sveliamo qui sotto.

Doveva essere un film

Riverdale si occupa della vita (e della morte) all’interno di una piccola città, come una sorta di Twin Peaks per teenager. Lo staff creativo della serie ha scelto questo format dopo aver bocciato altre idee. Il creatore di Riverdale (e il responsabile creativo di Archie Comics), Roberto Aguirre-Sacasa, ha dichiarato a Collider: “In origine avremmo dovuto fare una vera e propria festa focalizzata su Archie e i suoi compagni che vivono la quotidianità della scuola”. A tal fine Aguirre-Sacasa ha proposto l’idea di un film, ma è stata rifiutata ad Hollywood. A quanto pare gli studios non sono interessati a fare i film su adolescenti a basso tasso, come ha detto John Hughes: “I grandi studi hanno fatto grandi film, e quello che stavamo lanciando era un piccolo film sul primo amore e sui primi baci“.

Riverdale serie tv

Quasi una serie soprannaturale

Nel 2013 Archie Comics ha pubblicato uno spin-off, Afterlife with Archie. Sabrina, la strega adolescente, riporta in vita Hot Dog, il cane morto di Jughead, e quest’ultimo morde Jughead iniziando un’apocalisse zombie. “Abbiamo optato per una serie tv meno soprannaturale perché abbiamo pensato che in fondo c’è sempre tempo per cambiare. Ma se avessimo iniziato Riverdale in questo modo sarebbe stato difficile portarlo avanti” ha detto Aguirre-Sacasa ad Entertainment Weekly. Ciò significa che Riverdale potrebbe avere anche degli zombie ad un certo punto. “Abbiamo parlato del personaggio di Sabrina più dark, un po’ alla Rosemary’s Baby” ha detto Aguirre-Sacasa.

Louis C.K. nel cast

Quando Aguirre-Sacasa e l’Archie Comics CEO / Riverdale Jon Goldwater stavano ancora cercando di capire che tipo di serie fare, si incontrarono con alcuni dirigenti televisivi per una riunione sulle canzoni. Come Aguirre-Sacasa ha riferito durante il tour televisivo invernale della Televisione Critics Association del 2017, si è detto che avrebbero dovuto “fare qualcosa di più alto”. Aguirre-Sacasa ha dichiarato di essere “aperto a questo”, ma non era d’accordo con l’idea del dirigente di introdurre “viaggi nel tempo” o “un portale per un’altra dimensione”. Questi elementi avrebbero consentito ad Archie di apparire come un adulto di mezza età, e Aguirre-Sacasa avrebbe suggerito il comico Louis C.K. per il ruolo del vecchio Archie.

Archie è stato scelto come ultimo nel cast

Trovare l’attore perfetto per interpretare Archie Andrews è stato molto difficile per i produttori di Riverdale. Sei mesi passati con tutti gli altri ruoli più importanti stabiliti prima che KJ Apa leggesse la parte. Il creatore Aguirre-Sacasa ha detto a Vulture che lui e altri produttori “erano spaventati perché non ci sarebbe stato l’episodio pilota senza un Archie“. Apa ha fatto un provino solo tre giorni prima di un test del cast previsto davanti ai dirigenti dello studio di produzione. Tra gli altri giovani attori che hanno provato a fare Archie c’erano Cole Sprouse e Casey Cott. Questi ragazzi sono diventati parte della serie comunque, ottenendo rispettivamente i ruoli di Jughead e Kevin Keller.

Riverdale

 

Riverdale non è la prima serie di Archie TV

Archie e la band di Riverdale sono state parte della cultura pop americana per più di 70 anni, ma perché non è mai stata fatta una serie di Archie fino ad ora? In realtà c’è stata! Otto cartoni animati del sabato mattina su Archie sono andati in onda fin dalla fine degli anni ’60, tra cui The Archie Show, Funhouse ArchieArchie’s Weird Mysteries. C’è stato anche un tentativo live action nel 1990, quando la NBC ha fatto Archie: A Riverdale e Back Again. Il film, un pilota per una serie tv settimanale di Archie, ha descritto Archie e suoi amici come adulti con problemi di adulti. Lo spettacolo non ha vissuto come una serie, ma una scena è sopravvissuta come un video virale. Jughead adulto (Sam Whipple) mostra a suo figlio come essere “cool” facendo una versione rap di “Sugar, Sugar”.

News Cinema, Tv, Libri

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Arriva su Sky lo spin off Penny Dreadful: City of Angels, il trailer italiano

Stefania Albani30 Novembre 2020

Judi Dench nel war drama tratto da una storia vera, Sei minuti a mezzanotte, trailer italiano

Stefania Albani27 Novembre 2020

Baby Boss 2 – Affari di famiglia, trailer italiano del sequel del film di animazione

Stefania Albani26 Novembre 2020

Meryl Streep e James Corden protagonisti della commedia The Prom, trailer italiano

Stefania Albani26 Novembre 2020

Notturno di Gianfranco Rosi sarà il film che rappresenterà l’Italia ai prossimi Oscar 2021

Stefania Albani24 Novembre 2020

Trailer italiano di Siberia action film con Keanu Reeves distribuito da Blue Swan

Stefania Albani24 Novembre 2020

Trailer di Calibro 9 diretto da Toni D’Angelo con Marco Bocci e presente al Torino Film Festival

Stefania Albani23 Novembre 2020

Arriva su Netflix nel 2021 Pieces of a Woman con Vanessa Kirby e Shia LaBeouf

Stefania Albani18 Novembre 2020

Trailer originale di Let Them All Talk con Meryl Streep diretta da Steven Soderbergh

Stefania Albani18 Novembre 2020