Eventi

One Direction: This Is Us – il primo film sulla band inglese

One Direction: This Is Us – il primo film sulla band inglese

One Direction: This Is Us – il primo film sulla band inglese

One Direction: This Is Us è nelle nostre sale. Il primo film (in 3D) sulla band inglese uscita da X Factor è a metà tra un concerto e un documentario sulle vite delle cinque star. 

One Direction: This Is Us

One Direction: This Is Us

One Direction: This Is Us è il titolo del primo film sulla boyband inglese più famosa – almeno per il momento – del mondo. Non facendo parte della generazione che li segue né del tipo di pubblico che ascolta la loro musica, prima di intervistarli mi sono ritrovato a studiare un po’, visto che non conoscevo nemmeno una delle loro canzoni.

Per me titoli come Best Song Ever o Live while we’re young non significavano assolutamente nulla. Poi ho scoperto che questi ragazzi anche fatto una cover di One way or another. Le loro fan la cantavano a squarciagola sul red carpet inglese della premiere mondiale di One Direction: This Is Us. Chissà se si sono preoccupate di andare a sentire anche l’originale di Blondie.

Insomma: chi sono gli One Direction?

Cinque ragazzi di vent’anni usciti da X Factor nel 2010 e messi insieme da Simon Cowell, giudice dello show, che ha visto in loro le potenzialità per diventare il più grande fenomeno musicale e mediatico degli ultimi anni (oltre a Lady Gaga).

One Direction: This Is Us

One Direction: This Is Us

Ma che cos’hanno gli One Direction che manca alle altre band? Alle ragazzine che ho intervistato sul red carpet di One Direction: This Is Us ho fatto proprio questa domanda. Le loro risposte, oltre ad includere svariate dichiarazioni d’amore, erano tutte più o meno simili e lasciavano intendere che gli One Direction sono semplicemente dei ragazzi normali. Al contrario di quello che ci si potrebbe aspettare da una boyband del genere, “loro sono dei ragazzi semplici, che vengono da famiglie non benestanti e che non si sono montati la testa”.  E guardando il loro film, che è più un documentario che la ripresa di un concerto, ti accorgi di come a questo gruppo britannico manchino del tutto le tre caratteristiche di ogni star che si rispetti. Dove sono finiti i famosi sex, drugs and rock ‘n roll?

Nel film non c’è niente di tutto ciò. Sono cambiati i tempi oppure la gente è stanca di seguire personaggi esageratamente ricchi che vivono come se facessero parte di un altro pianeta e che non sembrano avere alcun contatto col mondo reale?

One Direction: This Is Us

One Direction: This Is Us

Louis Tomlinson: “Non è che ora, dato che siamo delle celebrità, dobbiamo incominciare a comportarci come tali. Siamo persone normali e facciamo solo quello che ci sentiamo di fare”.

Aggiunge Harry Styles, ben consapevole nonostante la giovanissima età:

“Penso sia facile vedere la gente portata via dalla fama fino a perdersi. Credo che bisogna fare un passo indietro per guardare le cose dalla giusta distanza e vederle per quello che sono”.

Il regista e produttore di One Direction: This Is Us, Morgan Spurlock (Super Size Me), che li ha seguiti in giro per il mondo per sei mesi per girare il film (dal Messico al Giappone, passando per la 02 Arena di Londra), mi ha detto:

“Lavorando con loro ho vissuto tutto quello che gli spettatori vedranno nel film. Si capisce davvero cosa significhi fare parte di questa band perché li possiamo vedere da un punto di vista assolutamente inedito, che non è mai stato mostrato. Una delle cose che ho capito e amato degli One Direction è che sono rimasti coi piedi per terra nonostante vivano in mezzo a questa pazzia collettiva. Sono rimasti molto normali rispetto a delle situazioni che, invece, di normale non hanno nulla”.

One Direction: This Is Us

One Direction: This Is Us

Gli stessi ragazzi vogliono sottolineare come si sentano diversi dallo stereotipo delle boyband. Dimenticate i Take That e i Backstreet Boys, tutti sguardi ammiccanti e coreografie.

“A me le boyband non sono mai piaciute” specifica Liam Payne.

Gli One Direction vogliono essere anzi ricordati, secondo Zayn Malik, “come la prima boyband che non si è mai presa troppo sul serio”. Nel corso di One Direction: This Is Us state pur certi che non li vedrete mai ballare. Sul palco i ragazzi saltano, si scatenano, corrono da una parte all’altra.

“Perché non siamo capaci e quindi saremmo ridicoli!” aggiunge Liam. “Le uniche mosse che so fare sono queste. Se vuoi te le faccio vedere!” (e muove le braccia come seguendo il ritmo di una canzone in discoteca).

“Abbiamo fatto il film per mostrare le nostre personalità singole e farci conoscere meglio dai nostri fan, dando loro la possibilità di capire come funziona il nostro lavoro. Com’è svegliarsi la mattina o andare a dormire tardi la sera. Volevamo mostrare questo e far vedere il grande supporto che ci viene dai nostri fan” spiega Zayn.

One Direction: This Is Us

One Direction: This Is Us

Per Harry c’era anche il desiderio di capire cosa significa guardare un concerto degli One Direction.

“Mi sono sempre chiesto come sia guardarci cantare sul palco. Mi piacerebbe farlo. One Direction: This Is Us è la nostra unica possibilità”.

One Direction: This Is Us è nelle nostre sale. Buon concerto!

Commenta

Commenti

Approfondisci Eventi

GOMORRA - LA SERIE: AL CINEMA I PRIMI DUE EPISODI DELLA TERZA STAGIONE

GOMORRA – LA SERIE: AL CINEMA I PRIMI DUE EPISODI DELLA TERZA STAGIONE

Lo19 settembre 2017
leone_d_oro_a_the_shape_of_water

Il Leone d’Oro alla favola da sogno The Shape of Water di Guillermo Del Toro

Stefania Albani10 settembre 2017
moon dogs

Giffoni 2017: amore, amicizia e avventura nel programma del festival

Letizia Rogolino23 giugno 2017
Festival di Venezia, Alessandro Borghi condurrà le serate di apertura e chiusura

Festival di Venezia, Alessandro Borghi condurrà le serate di apertura e chiusura

Lo9 giugno 2017
silvio orlando

Tutti i premiati dei CIAK D’ORO 2017

Lo9 giugno 2017
Amal e George Clooney  sono ufficialmente diventati genitori!

Amal e George Clooney sono ufficialmente diventati genitori!

Stefania Albani7 giugno 2017
Komplex 29

Komplex presenta “29” al New Media Lab di Palermo

Letizia Rogolino10 maggio 2017
L'Alien Day, ritorna il 26 aprile

L’Alien Day, ritorna il 26 aprile

Stefania Albani25 aprile 2017
Gli abiti più belli che hanno sfilato sul tappeto rosso ai David 20171

Gli abiti più belli che hanno sfilato sul tappeto rosso ai David 2017

Stefania Albani28 marzo 2017