News Cinema, Tv, Libri

Mindhunter 2, il futuro dell’agente Holden Ford

Mindhunter 2, il futuro dell’agente Holden Ford

I veri fan del crimine festeggiano il recente annuncio di Netflix secondo cui la serie tv Mindhunter è stata rinnovata per una seconda stagione. La serie di David Fincher è una miscela perfetta di documentario e finzione, e si concentra sulla storia delle origini dell’Unità di scienza comportamentale dell’FBI. La serie di successo è basata sul vero romanzo poliziesco dell’agente reale John Douglas, che non solo ha ispirato il personaggio principale Holden Ford (Jonathan Groff), ma ha lavorato per 25 anni all’unità investigativa di supporto dell’FBI. Douglas riconobbe che i serial killer avevano una specifica intuizione psicologica sulla quale valeva la pena indagare per costruire profili criminali.

Douglas, insieme al suo partner, l’agente Robert Ressler, ha studiato ed intervistato gli stessi serial killer che sono stati ritratti o discussi nella serie tv. I due agenti hanno anche coniato inizialmente il termine “serial killer” e hanno aiutato l’FBI ad accettare l’importanza della psicologia criminale e della profilazione. I componenti reali di Mindhunter sono raccontati principalmente attraverso le storie reali e i ritratti degli assassini seriali, i loro crimini e persino le interviste. Tuttavia la drammatizzazione dei personaggi principali a volte colpisce un po’ vicino a casa. Alla fine della prima stagione Ford è rimasto accasciato sul pavimento nel bel mezzo di un attacco di panico dopo un intenso ed emozionante momento con il serial killer Edmund Kemper, interpretato dal brillante Cameron Britton. Mentre l’esperienza di Douglas non coincide esattamente con la caratterizzazione di Ford, ciò che alla fine ha portato al ritiro dell’agente dall’FBI e alla profilazione criminale era il lavoro stesso.

Secondo The Telegraph l’agente Douglas soffriva di “incubi e notti insonni” e il lavoro stava cominciando ad avere un impatto sulla sua vita familiare. Ha persino contratto l’encefalite virale ad un certo punto, ma ha continuato a cercare i serial killer e li ha intervistati dopo il recupero. Nel 1995, però, l’agente alla fine è stato esonerato dopo che il “trauma psicologico” si è dimostrato chiaramente. Con Ford vittima di un attacco di panico alla fine della prima stagione, è difficile immaginare il futuro del personaggio. La seconda stagione inizierà con un salto temporale o riprenderà subito dopo il confronto Ford/Kemper? Durante quella scena finale Ford potrebbe essere arrivato alla realizzazione (nel modo più spiacevole) che l’attività di profilassi stava iniziando a farsi strada nella sua testa. Se è pronto ad ammettere che si sta avvicinando troppo alla mente di questi serial killer, potrebbe portare ad un arco di personaggi interessanti nella prossima stagione. Ford non solo si chiederà probabilmente come il lavoro stia influenzando la sua salute, ma dovrà anche fare i conti con il suo partner, Bill Tench (Holt McCallany) e il collega Dr. Wendy Carr (Anna Torv) che hanno raggiunto il loro punto di rottura con Ford e le sue azioni impulsive (e discutibilmente efficaci ma controverse) che hanno minacciato di distruggere l’unità che ha contribuito a creare.

Il futuro di Ford non sarà determinato solo dall’FBI e dalla sua psiche, ma da chi lui e l’agente Tench intervisteranno e dopo. Douglas ha studiato un numero di serial killer, fornendo una grande quantità di ispirazione allo scrittore Joe Penhall che ha già pianificato un arco di cinque stagioni per la serie. I casi e le interviste della seconda stagione saranno in definitiva determinati dal lasso di tempo in cui il pubblico tornerà quando i nuovi episodi saranno trasmessi. La prima stagione inizia nel 1977, ma per un arco di cinque stagioni per coprire l’arco dei 30 anni del B.T.K. investigazione killer, Fincher e il suo team creativo dovranno fare alcuni salti lungo il percorso.

News Cinema, Tv, Libri

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Judi Dench nel war drama tratto da una storia vera, Sei minuti a mezzanotte, trailer italiano

Stefania Albani27 Novembre 2020

Baby Boss 2 – Affari di famiglia, trailer italiano del sequel del film di animazione

Stefania Albani26 Novembre 2020

Meryl Streep e James Corden protagonisti della commedia The Prom, trailer italiano

Stefania Albani26 Novembre 2020

Notturno di Gianfranco Rosi sarà il film che rappresenterà l’Italia ai prossimi Oscar 2021

Stefania Albani24 Novembre 2020

Trailer italiano di Siberia action film con Keanu Reeves distribuito da Blue Swan

Stefania Albani24 Novembre 2020

Trailer di Calibro 9 diretto da Toni D’Angelo con Marco Bocci e presente al Torino Film Festival

Stefania Albani23 Novembre 2020

Arriva su Netflix nel 2021 Pieces of a Woman con Vanessa Kirby e Shia LaBeouf

Stefania Albani18 Novembre 2020

Trailer originale di Let Them All Talk con Meryl Streep diretta da Steven Soderbergh

Stefania Albani18 Novembre 2020

Live action di Tom e Jerry, una rivalità senza tempo, ecco il trailer italiano

Stefania Albani18 Novembre 2020