News booktrailers e Libri

I libri più abbandonati o lasciati a metà

I libri più abbandonati o lasciati a metà

Libri più abbandonati o lasciati a metà

Sicuramente anche a tanti di voi sarà capitato di avere dei libri lasciati a metà, che magari avrete ripreso in mano più e più volte e altrettante volte li avete riposti sul comodino sperando che l’andare avanti con la lettura il libro possa in qualche modo rapirvi, oppure smettere di leggerlo con la convinzione definitiva che non arriverete mai alla fine, perchè proprio non riuscite a digerirlo.

Possono essere tanti i fattori che ci portano a queste scelte, dal gusto personale, credatavte di aver acquistato un certo libro che si rivela tutt’altro;  aspettative, siete stati convinti dalla tanta pubblicità, o da una trama e copertina accattivante; difficoltà del testo, incapacità di mettere a fuoco la storia ,  e così via. Ed ogni libro ha una storia a se stante, non è detto che un libro che si è  abbandonato non sia piaciuto all’amica anzi capita che te ne elogi la bellezza. Ma esistono dei titoli che ricorrono piuttosto spesso in queste fatidiche liste nere.

E’ il sito goodreads che ne ha stilato una con 10 titoli, e le motivazioni dell’abbandono per ogni libro in lista.

libri lasciati a metà

libri lasciati a metà

I primi 5 sono i libri più abbandonati:

01 –  Il seggio vacante di J.K. Rowling, questo libro tanto atteso e pubblicizzato è stato sicuramente vittima delle troppe aspettative dei fans che l’hanno seguita in tutti questi anni attraverso la sua saga di Harry Potter ed hanno amato quello stile che poi non hanno ritrovato in questo romanzo.

02 – Cinquanta sfumature di Grigio di E. L. James, (con questo libro è successo anche a me), il sito ritiene che l’abbandono è dovuto  in questo caso un po’ per snobismo e un po’ per troppo imbarazzo definendolo un libro “non per tutti”;  io posso dire che per quanto riguarda me, non è stato nè per l’uno nè per l’altro motivo, ma solo per comparazione con altri libri sul genere e trovato, inferiore, ripetitivo e noioso.

03 – Mangia, prega, ama di Elizabeth Gilbert. Qui il problema  è nel personaggio femminile protagonista della storia  che ai più appare come “lamentosa ed egocentrica”; d’altronde nemmeno il film tratto dal romanzo con protagonista Julia Robert aveva avuto grande successo.

04 – Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson. Per la maggior parte degli utenti il bestseller dello svedese parte troppo lentamente, perdendo sulla strada i meno pazienti; su questo io non sono molto d’accordo perchè almeno nel mio caso mi aveva preso sin da subito facendmi divorare in pochissimo tempo tutta la trilogia Millennium.

05 – Strega: Cronache dal Regno di Oz in rivolta di Gregory Maguire. Un titolo un po’ meno conosciuto, che ha avuto successo grazie al musical di Broadway, ma che sembra non aver avuto lo stesso appeal, della serie leggo il libro perchè ho visto il musical.

Segue poi un’altra lista di 5 titoli cosiddetti “classici” :

06 – Catch 22 (Comma 22) di Joseph Heller, del 1961 che rappresentò una feroce critica alla guerra narrando le disavventure di un gruppo di aviatori statunitensi appartenenti a uno stormo di bombardieri operante in Italia durante la seconda guerra mondiale.

07 – Il Signore degli Anelli di J.R. Tolkien, storia fantasy (e già qui il genere è abbastanza particolare) che tutti più o meno conosciamo, riportato alla ribalta in questi ultimi anni dalla bellissima trilogia di film arrivati sul grande schermo. Effettivamente per chi non è particolarmente amante del genere ritrovarsi tra le mani un tomo di migliaia di pagine, capisco che possa avere scoraggiato una grossa fetta di lettori.

08 – Ulisse di James Joyce   considerato uno dei romanzi più importanti della letteratura del XX secolo una delle pietre miliari nella genesi del romanzo moderno, scritto con una particolare tecnica, senza punteggiatura ricco di intrigati indovinelli e rebus che possono portare il lettore a non riuscire più a districarsi dalla trama. Non per niente Ulisse è considerato un libro di difficile lettura., quindi se anche voi lo avete abbandonato avete una buona scusante 🙂

09 – Moby Dick di Melville Herman preso da molti come un classico libro di avventure, risulta poi quasi un  trattato oceanico e baleniero. Per molti infatti risulta  noioso, difficile, ricco di digressioni; necessita di continui approfondimenti.

10 – La rivolta di Atlante di Ayn Rand  genere filosofico e fantascientifico, è uno dei romanzi più lunghi mai scritti, assieme all’Ulisse di Joyce e a Il Signore degli Anelli di Tolkien.

Qui potete leggere l’articolo originale dove viene stilato anche una sorta di grafico sulle cause e i  perchè si abbandona un libro.

E voi? Quali sono i libri che avete  abbandonato e mai più ripreso in mano?

Commenta

Commenti

Approfondisci News booktrailers e Libri

In arrivo il libro prequel di Hunger Game – Ballata dell’usignolo e del serpente, il booktrailer

Stefania Albani19 Maggio 2020

La vita bugiarda degli adulti di Elena Ferrante diventerà una serie tv per Netflix

Stefania Albani12 Maggio 2020

I Bambini di Svevia, il romanzo acclamato all’estero in uscita a Gennaio 2020, booktrailer

Stefania Albani23 Gennaio 2020

Jared Leto è Morbius una nuova nemesi di Spider-Man, ecco il teaser trailer

Stefania Albani13 Gennaio 2020

La donna alla finestra, dal bestseller al film ecco il trailer italiano con Amy Adams

Stefania Albani20 Dicembre 2019

Trailer italiano ufficiale di Cats il musical più famoso di Broadway arriva al cinema!

Stefania Albani27 Novembre 2019

Prince of Cats, una rivisitazione di Romeo e Giulietta è il nuovo film di Spike Lee

Stefania Albani19 Novembre 2019

Un sogno per papà è una delicata commedia per tutta la famiglia, trailer italiano

Stefania Albani6 Novembre 2019

In 1917 vince chi sopravvive, trailer italiano del film di guerra diretto da Sam Mendes

Stefania Albani4 Ottobre 2019