News Cinema, Tv, Libri

EYES, il cortometraggio di Maria Laura Moraci in memoria di Niccolò Ciatti

EYES, il cortometraggio di Maria Laura Moraci in memoria di Niccolò Ciatti

Eyes, il cortometraggio di Maria Laura Moraci, è una denuncia sociale all’indifferenza che caratterizza la società di oggi. La facilità con la quale si affrontano alcune situazioni di diversa gravità è a dir poco spaventosa. Eyes, nato nel dicembre del 2017 da un’idea di Maria Laura Moraci, Elisa Fois e Francesca Aledda, mostra un lato vergognoso della nostra società. Durante questi 13 minuti viene mostrato che i termini “guardare” e “vedere” non sembrano appartenere alla stessa famiglia di vocaboli. La scelta di applicare un trucco sulle palpebre, di due occhi con diverse colorazioni, ricorda l’escamotage divertente di Johnny Depp in uno dei capitoli della saga di Pirati dei Caraibi, però in questo caso è utilizzato con serietà e cognizione. Ci sono diverse storie. La prostituta truccata rigorosamente, con due occhi finti, è madre di un bimbo di pochi mesi che aspetta di mangiare a casa. E l’indifferenza dell’autista che al grido “devo allattare mio figlio” la ignora chiudendole le porte in faccia dell’autobus, nonostante lei sia lì e il mezzo non sia ancora partito.

Seguendo questo personaggio, si denota subito, uno dei motivi che ha spinto la regista a decidere di far mettere degli occhi finti. L’unico personaggio privo di questo artificio è una bambina che gioca con le bolle di sapone. Lei è il simbolo dell’innocenza, del bello, dell’ingenuità e di un mondo pulito, a differenza di quello popolato dagli adulti. I dialoghi delle persone che si trovano alla fermata dei bus, ruotano intorno a qualcosa che riguarda sempre altre persone e spesso viene usato il termine “vedere”, sebbene gli occhi siano chiusi. A rompere l’equilibrio di una normale giornata trascorsa ad aspettare il numero 30, sono delle urla disperate di una donna che sta subendo una violenza. L’indifferenza accomuna tutti, scaturendo nello spettatore sentimenti contrastanti. Curioso come qualcosa che venga criticato nella finzione, alla fine lo si mette in pratica nella realtà.

Eyes non solo è nato per denunciare il menefreghismo della gente, ma anche per porre sotto i riflettori la vicenda che purtroppo vide protagonista Niccolò Ciatti, un ragazzo italiano rimasto ucciso a Barcellona in seguito a una rissa, di fronte all’indifferenza di tutti i presenti che non hanno mosso un dito per aiutarlo. Anzi, come se nulla fosse accaduto, il dj della discoteca in cui  è avvenuta la tragedia, continuò a fare il suo lavoro, con Niccolò disteso in una pozza di sangue. Il lavoro effettuato dietro questo cortometraggio è sincero ed efficace. Servirsi di occhi finti per “guardare” il mondo e quello che ci circonda è una decisione intelligente, originale e di effetto. Tutti gli adulti ormai non hanno più quella purezza nello sguardo tipica dei bambini. Lo scopo di Eyes è una vera e propria mission, che in molti vorremmo: quando accade qualcosa di strano o se capita di vedere qualcuno in seria difficoltà, mai girare la faccia dall’altra parte.

(Scritto da Leila Cimarelli)

Commenta

Commenti

News Cinema, Tv, Libri

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Gemini Man di Ang Lee vede Will Smith contrapposto al suo io più giovane

Stefania Albani23 Aprile 2019

Jason Momoa taglia la barba dopo 7 anni per sensibilizzare sul tema riciclo

Redazione23 Aprile 2019

Sta per tornare Chucky La Bambola Assassina, ecco il trailer italiano ufficiale

Stefania Albani23 Aprile 2019

Fast & Furious – Hobbs & Shaw , Secondo trailer italiano ufficiale

Stefania Albani19 Aprile 2019

Da oggi su Netflix arriva Lo Spietato, il nuovo trailer italiano

Redazione19 Aprile 2019

Il Traditore di Marco Bellocchio, titolo italiano in concorso a Cannes

Stefania Albani19 Aprile 2019

Toni Servillo e Donato Carrisi di nuovo insieme per il thriller L’uomo del labirinto

Stefania Albani18 Aprile 2019

X-Men: Dark Phoenix ecco il trailer finale italiano !

Stefania Albani18 Aprile 2019

Jon Watts dirigerà il film Methuselah con protagonista Michael B. Jordan

Stefania Albani16 Aprile 2019