News Cinema, Tv, Libri

La Bottega dei Suicidi il film di animazione vietato ai minori

La Bottega dei Suicidi il film di animazione vietato ai minori

Il 28  dicembre dovrebbe uscire distribuito da Videa, nelle sale cinematografiche italiane, il film di animazione La bottega dei suicidi  del regista Patrice Leconte. Dico dovrebbe uscire, perchè è in atto una vera e propria querelle.

Infatti la pellicola che è già uscita in tanti paesi europei, pare che in Italia subirà la mano della censura. Purtroppo la visione del film, un insieme di humor nero e di un’ abbondante dose di macabra ironia, sarà vietata ai minori di diciotto anni; come è stato stabilito dalla commissione di censura italiana, che critica il film per la leggerezza con cui è trattato il tema dei suicidi e per la facilità della loro esecuzione.

La commissione per sostenere la sua decisione indica come fatto importante il rischio che il pubblico più giovane cerchi di emulare i protagonisti del film e che la rappresentazione, anche se sottoforma di cartone animato, possa facilitare, nei ragazzi, la trasmissione del “messaggio pericoloso”.

Protagonista del film è una cinica famiglia, che per molti anni ha gestito un negozio che, vendeva tutto l’equipaggiamento utile a mettere in pratica il suicidio perfetto. A loro si rivolgevano clienti di tutti i tipi e classi sociali, gente piena di problemi di ogni tipo e incapace di sorridere. Ma poi nasce Alain, che una volta cresciuto è diventato un bambino allegro e pieno di gioia di vivere, capace di contagiare i clienti con il suo ottimismo con la conseguenza di far andar male gli affari dell’attività di famiglia.

Dopo la decisione presa dalla commissione di censura, si è scatenata una vera e propria polemica . Il regista sostiene il cartone animato, è indirizzato a tutti ma soprattutto ad un pubblico di bambini e ragazzi, perché trasmetterebbe la voglia di vivere attraverso la figura del piccolo protagonista.

Il mio dovrebbe uscire iniziale a questo punto entra in gioco perchè sembra che il distributore italiano, Sandro Parenzo di Videa, potrebbe prendere la decisione radicale di ritirarlo dalle sale, annunciando che: “il film verrà ritirato dalle sale e sarà visibile solo in homevideo.

Non so se la scelta della commissione sia stata giusta o meno, visto che come per ogni cosa e soprattutto per quanto riguarda film, o libri, ogni persona, ragazzo o bambino può interpretare il messaggio  a suo modo e trarre spunti diversi più o meno positivi .

Voi che ne pensate? Che film di animazione è se poi non è possibile farlo vedere ai piccoli ?

Trailer italiano

Commenta

Commenti

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

George Clooney dona 500 mila dollari per movimento contro le armi

George Clooney dona 500 mila dollari per movimento contro le armi

Stefania Albani21 febbraio 2018
Clip italiana di Lady Bird il film candidato agli Oscar 2018

Clip italiana di Lady Bird il film candidato agli Oscar 2018

Stefania Albani21 febbraio 2018
Il film sulle origini di Joker, le riprese inizieranno a breve

Il film sulle origini di Joker, le riprese inizieranno a breve

Stefania Albani21 febbraio 2018
Duncan Jones spiega come il padre David Bowie ha influenzato il suo film Mute

Duncan Jones spiega come il padre David Bowie ha influenzato il suo film Mute

Stefania Albani20 febbraio 2018
Ryan Reynolds sul set Deadpool 1

Ryan Reynolds cuore d’oro, sul set di Deadpool con alcuni bimbi malati

Stefania Albani20 febbraio 2018
Carey Mulligan detective in Collateral, miniserie in arrivo su Netflix

Carey Mulligan detective in Collateral, miniserie in arrivo su Netflix

Stefania Albani20 febbraio 2018
Jaume Balaguerò dopo REC torna con l'horror Muse, teaser italiano

Jaume Balaguerò dopo REC torna con l’horror Muse, teaser italiano

Stefania Albani20 febbraio 2018
la vedova winchester

La Vedova Winchester, 5 cose vere nel film con Helen Mirren

Letizia Rogolino19 febbraio 2018
vengo anch'io trailer

Vengo anch’io, il trailer del film con Nuzzo Di Biase

Letizia Rogolino19 febbraio 2018