News Cinema, Tv, Libri

Hansel e Gretel cacciatori di streghe:la nostra recensione

Hansel e Gretel cacciatori di streghe:la nostra recensione

Hansel e Gretel cacciatori di streghe: la nostra recensione

Hansel e Gretel cacciatori di streghe è un film divertente. Con questo non voglio dire che faccia sbellicare o morire dal ridere (non è mica una slapstick comedy), né tantomeno che abbia guizzi geniali o particolarmente intelligenti (anche se ci sono, nel corso del film, battute e sequenze che divertono). Si avverte un po’, nel progetto, un vago sapore di deja-vù, questo sì: durante la visione si ha la netta sensazione di aver già visto altre decine di volte, in altrettanti film, le stesse dinamiche, gli stessi tempi comici, la stessa percentuale d’azione che troviamo in questo. Alcuni momenti, però, sono sinceramente divertenti: come quando scopriamo, ad esempio, che tutti i dolci che Hansel ha mangiato da piccolo a casa della strega non gli hanno fatto per niente bene.

Hansel e Gretel cacciatori di streghe:la recensione
La storia di Hansel e Gretel cacciatori di streghe rientra nella moda recente di recuperare fiabe famose e di rimaneggiarle, raccontando al pubblico cosa succede dopo (vedi anche Alice in Wonderland di Tim Burton), prima (Il Grande e Potente Oz) oppure durante la storia che già conosciamo, grazie al punto di vista di un personaggio secondario (il prossimo Maleficent con Angelina Jolie). Proprio come ci piace andare a vedere i backstage e le scene tagliate di un film nei contenuti speciali di un dvd, allo stesso modo ci piace scoprire cosa è successo e perché ai personaggi delle storie con cui siamo cresciuti.
Per questa ragione lo sceneggiatore e regista Tommy Wirkola ha pensato bene di accontentarci, ambientando Hansel e Gretel cacciatori di streghe quindici anni dopo la nota fiaba. Ritroviamo così i due fratelli che, cresciuti, si sono dati alla caccia alle streghe, le quali infestano le foreste e rapiscono bambini innocenti per i loro piani meschini.
Hansel e Gretel cacciatori di streghe:la recensione
Comprendo, seppure non del tutto, le reazioni della stampa americana, che ha stroncato il film su più fronti (ricordo che l’aveva fatto anche ai tempi di Catwoman con Halle Berry, che avevo trovato discreto nonostante le evidenti carenze di sceneggiatura, ma che i critici statunitensi avevano massacrato senza pietà).
Hansel e Gretel cacciatori di streghe non ha una trama particolarmente originale e non aspettatevi neppure una crescita o un’evoluzione incredibile dei personaggi, anche se Tommy Wirkola ha voluto indagare sul passato dei due fratelli, riportando a galla sentimenti e paure che ce li facessero sentire più vicini. Eppure, nonostante tutto, il film mi ha piacevolmente colpito. Non sorpreso, per carità, visto che non c’è niente per cui restare davvero stupiti. Ma i set sono affascinanti, la ricostruzione del villaggio è accurata, gli attori sono bravi e c’è ritmo nell’azione. Non capisco come mai i critici americani si siano tanto accaniti su questa commedia un po’ splatter e un po’ dark che non pretende di essere niente di diverso rispetto a quello che è già.
Questi Hansel e Gretel cacciatori di streghe sono forti, praticamente imbattibili e, soprattutto, belli (Gemma Arterton è di una bellezza mozzafiato: peccato per Jeremy Renner che, in quanto “fratello”, non ha avuto la possibilità di girare con l’inglesina sexy nemmeno una piccola scena romantica). I due ragazzi sono così agili, astuti e forti che, a tratti, mi sembra di rivedere Ethan Hunt (Mission Impossible): saltano sugli alberi, si aggrappano alle scope delle streghe, vengono picchiati, sbattuti al muro, colpiti e, dulcis in fundo, cadono dalle altezze più improbabili e non si fanno quasi niente o, al massimo, dopo qualche ora sono già in piedi. Hansel & Gretel cacciatori di streghe è il classico film che ti fa pensare “Se al loro posto ci fossi io, di sicuro sarei già morto da venti minuti”.
Le streghe, al contrario, sono brutte e cattive proprio come vuole la tradizione e, quando sono di bell’aspetto, di solito l’illusione dura poco.
Se cercate un film scacciapensieri con un po’ d’azione e un buon ritmo, forse Hansel e Gretel cacciatori di streghe è quello che fa al caso vostro. Dal 1 Maggio al cinema.
Hansel e Gretel cacciatori di streghe:la recensione

Commenta

Commenti

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Duncan Jones spiega come il padre David Bowie ha influenzato il suo film Mute

Duncan Jones spiega come il padre David Bowie ha influenzato il suo film Mute

Stefania Albani20 febbraio 2018
Ryan Reynolds sul set Deadpool 1

Ryan Reynolds cuore d’oro, sul set di Deadpool con alcuni bimbi malati

Stefania Albani20 febbraio 2018
Carey Mulligan detective in Collateral, miniserie in arrivo su Netflix

Carey Mulligan detective in Collateral, miniserie in arrivo su Netflix

Stefania Albani20 febbraio 2018
Jaume Balaguerò dopo REC torna con l'horror Muse, teaser italiano

Jaume Balaguerò dopo REC torna con l’horror Muse, teaser italiano

Stefania Albani20 febbraio 2018
la vedova winchester

La Vedova Winchester, 5 cose vere nel film con Helen Mirren

Letizia Rogolino19 febbraio 2018
vengo anch'io trailer

Vengo anch’io, il trailer del film con Nuzzo Di Biase

Letizia Rogolino19 febbraio 2018
Saoirse Ronan il diamante irlandese di Hollywood

Saoirse Ronan il diamante irlandese di Hollywood

Stefania Albani19 febbraio 2018
La dichiarazione d'amore nella clip di Puoi baciare lo sposo

La dichiarazione d’amore nella clip di Puoi baciare lo sposo

Stefania Albani19 febbraio 2018
jamie dornan sam claflin

Borderland, Jamie Dornan e Sam Claflin in un thriller

Letizia Rogolino18 febbraio 2018