News Cinema, Tv, Libri

Loro 2, Paolo Sorrentino: “Voglio capire il perchè delle cose”

Loro 2, Paolo Sorrentino: “Voglio capire il perchè delle cose”

Non è assolutamente un film schierato, non è mai stata mia intenzione sviscerare questioni ideologiche già dibattute e superate” ha dichiarato Paolo Sorrentino durante la conferenza stampa del film LORO 2 a Roma. A qualche giorno di distanza dall’uscita di LORO 1, il 24 Aprile, la seconda parte dell’originale progetto del regista premio Oscar arriva nelle sale italiane il 10 Maggio.

Sorrentino continua a raccontare la vita di Silvio Berlusconi secondo una interpretazione personale che gioca tra realtà e finzione. Il Presidente ha nostalgia del passato e rispolvera le sue doti di venditore per causare la caduta del governo e ricandidarsi alle nuove elezioni italiane. Intanto a casa il matrimonio con Veronica sembra arrivato al capolinea, e la sua villa in Sardegna si popola di belle ragazze, protagoniste di feste intriganti e lussuose. “Quello che era meno puntualizzato, a mio avviso, riguardava la sfera privata, i sentimenti dell’uomo e delle persona intorno a lui. Il punto di partenza, la chiave è la storia d’amore” ha spiegato Sorrentino, autore della sceneggiatura insieme a Umberto Cantarello. Infatti la figura di Berlusconi si potrebbe ridurre ad uno stratagemma per parlare dell’Italia, così bella e ricca di risorse, ma anche corrotta, e avvolta in una febbre di avidità e arrivismo. “Il mio sguardo è nel tono, in una parola che forse sto ripetendo troppo spesso, la parola tenerezza. Non volevo essere pretenzioso, ambire a raccontare una verità, volevo cercare di comprendere, a dispetto della cronaca. Credo che un film, un libro, debbano essere avamposti di comprensione, anche se questo atteggiamento ci può esporre a giudizi non gradevoli. Ma vale la pena di provare a capire il perché delle cose anche quando le riteniamo moralmente discutibili, o non ci piacciono“.

Toni Servillo in LORO 2

Loro 2 ha le idee chiare e si concentra esclusivamente sulla personalità e le scelte di un uomo potente e benestante, in cerca di avventure, ma anche in cerca di approvazione e di complicità da parte della moglie che è lontano e distaccata. Veronica, interpretata da una bravissima Elena Sofia Ricci, sembra diventare il portavoce degli italiani, tempestando il marito di quelle domande che molti vorrebbero fargli da molti anni. “Sul set mi sono fatta guidare da Paolo come una danzatrice di tango, e lavorare con Toni è stato facilissimo, è un gigante; di mio ci ho messo l’esperienza di una donna di cinquantasei anni: il trauma della separazione, la difesa della propria dignità, sono cose universali” ha raccontato l’attrice, mentre Toni Servillo ha sottolineato: “Questo Berlusconi è un “divo” necessariamente estroverso che si pone al centro della scena con un’esuberanza che ne fa un personaggio da cinema, che non la sua presenza finisce per occupare ossessivamente l’interiorità di coloro che tentano affannosamente di rincorrere questo modello senza riuscirci. Mi interessava questo più di tutto il resto”.

Dopo aver lavorato con Sorrentino per Il Divo e La Grande Bellezza, l’attore si è calato perfettamente in questo personaggio liberamente ispirato ad un uomo che, nel bene e nel male, ha segnato una gran parte della storia politica e commerciale del nostro paese. “Un elemento interessante dell’approccio è la distanza del personaggio dagli spazi della politica, Paolo lo affronta in questo Eden sardo, un luogo di sopravvivenza, dove la sopravvivenza si nutre di potere e il potere si alimenta di sopravvivenza, aspettando di poter rientrare in scena. Per documentarsi di queste cose è bastato viverle, non mi interessava tanto l’imitazione meticolosa quanto le indicazioni di natura simbolica” ha detto Servillo.

Elena Sofia Ricci nel film LORO 2

Loro 2 è un film che riscopre un Sorrentino elegante, ironico e provocatorio che qualcuno ha paragonato a Scorsese per il suo The Wolf of Wall Street o ad Harmony Korine per l’eccentrico Spring Breakers, ma il regista ha risposto: “si dice che quando si imitano i maestri è nella misura in cui non riusciamo che c’è l’originalità. Quindi si può dire che in questo sono stato originalissimo”. Luca Bigazzi firma una fotografia suggestiva e moderna, Cristiano Travaglioli il montaggio, Lele Marchitelli le musiche, Stefania Cella la scenografia, Carlo Poggioli i costumi. Si nota senza dubbio la cura di ogni reparto nella realizzazione di questo dramma in parte torbido e cupo, in parte divertente per una buona dose di humour nella sceneggiatura, e in parte fortemente malinconico come il finale che chiama in causa il terremoto de L’Aquila.

Entrambi i film, Loro 1 e Loro 2 sono una coproduzione Italia-Francia: Indigo Film per l’Italia, Pathé e France 2 Cinéma per la Francia. E in Italia sono distribuiti da Universal Pictures International Italy per Focus Featuresm mentre Pathé cura le vendite internazionali.

 

 

Commenta

Commenti

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

The Predator, le prime immagini del sequel in un nuovo spot tv

Letizia Rogolino19 agosto 2018

Le terrificanti avventure di Sabrina, nuova serie tv Netflix ecco le prime immagini ufficiali

Stefania Albani17 agosto 2018

Iron Fist seconda stagione, trailer ufficiale italiano , dal 7 settembre su Netflix

Stefania Albani17 agosto 2018

Wolf Creek, il ritorno di Mick nel trailer della seconda stagione

Letizia Rogolino17 agosto 2018

I personaggi della serie The Romanoffs nel nuovo trailer ufficiale

Stefania Albani16 agosto 2018

Steve McQueen ci presenta il trailer di Widows con Liam Neeson e Viola Davis

Stefania Albani16 agosto 2018

Kim Possible, il teaser del nuovo live action della serie animata Disney

Stefania Albani16 agosto 2018

Locandina di Un nemico che ti vuole bene, il noir con Diego Abatantuono

Stefania Albani14 agosto 2018

Runaways: svelata la data della seconda stagione dai protagonisti

Stefania Albani14 agosto 2018