News Cinema, Tv, Libri

Bruce Willis, 10 cose che (forse) non sai sulla star action

Bruce Willis, 10 cose che (forse) non sai sulla star action

L’8 Marzo arriva al cinema Il Giustiziere della Notte, il nuovo film diretto da Eli Roth che si propone come il remake del film di Michael Winner del 1974 con il mitico Charles Bronson. Ad indossare gli abiti di Paul Kersey infatti questa volta è Bruce Willis, che interpreta un medico del pronto soccorso di Chicago la cui vita viene distrutta dall’omicidio della moglie e dalle violenze che riducono sua figlia in coma. Da quel momento Kersey cessa di esistere e al suo posto subentra “Il giustiziere” che, con il suo desiderio di vendetta, va a caccia dei criminali che hanno massacrato la sua famiglia. La città comincia presto a domandarsi se questo vigilante sia un angelo custode o un inquietante mietitore in preda al desiderio di uccidere.

Un action-crime adrenalinico che rivisita un grande classico del genere poliziesco, in cui rabbia e desiderio di vendetta si intersecano al destino di un uomo colpito nei suoi affetti più profondi. Nel cast anche Vincent D’Onofrio (I magnifici sette, Daredevil e Law & Order), Elisabeth Shue (Via da Las Vegas), Camila Morrone, Dean Norris (Breaking Bad) e Kimberly Elise (The Great Debaters – Il potere della parola). Cogliamo l’occasione per svelarvi qualche curiosità che forse ancora non sapete su Bruce Willis, l’eroe action che abbiamo conosciuto con la saga Die Hard e l’emozionante Armageddon tra i titoli più acclamati.

Nato in Germania

Bruce Willis è conosciuto in tutto il mondo come una delle più grandi star del cinema americano, ma tecnicamente non è americano. Secondo la sua biografia infatti, sua madre era tedesca e suo padre era un soldato americano e si conobbero nella Germania Occidentale. Bruce nacque nella città della Germania Ovest, Idar-Oberstein, nel 1955 e non venne in America prima di due anni, quando suo padre lasciò l’esercito e riportò la sua famiglia con sé nel New Jersey.

Balbuziente da bambino

Willis era un bambino molto estroverso e socievole, ma ha attraversato un periodo difficile per un problema nel parlare. Ha infatti sofferto di una grave balbuzie con cui ha lottato fino all’età di nove anni. Secondo un’intervista rilasciata a Reader’s Digest, Willis ha scoperto un modo per superare la sua balbuzie, provando una parte nella produzione del suo gruppo teatrale del liceo “A Connecticut Yankee in King Arthur’s Court“. Non appena è salito sul palco ha notato che la sua balbuzie era sparita. “Quando sono sceso dal palco, ho ricominciato a balbettare” ha detto Willis. “E ho pensato: Questo è un miracolo. Devo approfondire questa cosa”.

Bruce Willis in una scena di Die Hard

Bruce Willis in una scena di Die Hard

Ha sfoggiato una tuta mimetica militare e capelli a spazzola al provino per ‘Moonlighting’

Dopo aver abbandonato l’università per il secondo anno, Willis ha iniziato a dedicarsi alla recitazione a New York e, alla fine, ha attirato l’attenzione dei produttori per il film di MadonnaDesperately Seeking Susan“. Non ha ottenuto la parte, ma il giorno prima che se ne andasse, ha partecipato ad un grande casting per il ruolo di protagonista in “Moonlighting” della ABC. I dirigenti della ABC non pensavano che Willis fosse giusto per la parte, per non parlare del suo bizzarro outfit: “Una pettinatura con capelli a spazzola, una tuta da combattimento e l’orecchino” secondo Newsweek. Tuttavia, il creatore dello show, Glenn Gordon Caron, ha visto qualcosa di sfacciato e affascinante nel giovane attore e gli ha fatto fare un provino con la protagonista della serie, Cybill Shepherd. I due hanno trasmesso una grande chimica sullo schermo e Willis alla fine ha conquistato il ruolo.

Ha pubblicizzato i refrigeratori per il vino Seagram mentre combatteva un problema di alcolismo

Il successo di “Moonlighting” ha aiutato Willis ad ottenere un redditizio contratto pubblicitario con Seagrams. Ne è venuta fuori una delle pubblicità più sdolcinate degli anni ’80, dove Bruce e alcuni amici si ritrovano in veranda e cantano sorseggiando vino. Sfortunatamente a quel tempo giravano alcune voci su un problema di dipendenza dall’alcol dell’attore, quindi si creò un po’ di polemica.

E’ stato sposato con Demi Moore da Little Richard

Il famoso matrimonio di Bruce con la compagna superstar Demi Moore si è aggiunto alla lunga lista delle coppie di potere di Hollywood e il rocker Little Richard è stato colui che li ha letteralmente uniti in matrimonio. Moore e Willis si sono sposati a Las Vegas con Little Richard che si è trasformato in un ministro religioso poco dopo la morte di sua madre. Il cantante ha anche sposato altre celebrità come Cindy Lauper e Bruce Springsteen.

Bruce Willis in una scena de Il Sesto Senso

Bruce Willis in una scena de Il Sesto Senso

Ha messo una taglia di un milione di dollari su Saddam Hussein e Osama Bin Laden

Willis è stato un chiaro sostenitore politico dei candidati presidenziali repubblicani come Fred Thompson e George W. Bush. Ha anche espresso le sue opinioni personali sull’operazione Iraqi Freedom e la “Guerra al terrore” nelle interviste ben note e nelle visite con il personale militare. In realtà ha anche messo due taglie sui combattenti nemici Saddam Hussein e Osama Bin Laden per la loro cattura. Inizialmente voleva fare l’offerta ai membri delle forze armate, ma non poteva perché il personale militare degli Stati Uniti non era autorizzato ad accettare compensi per il proprio lavoro al di fuori della propria retribuzione governativa. Quindi ha lasciato l’offerta aperta a qualsiasi civile che avesse completato la missione.

Ha proposto Michael Clarke Duncan per “Il Miglio Verde”

Il defunto Michael Clarke Duncan ha lasciato il segno per la sua memorabile interpretazione nel dramma soprannaturale Il Miglio Verde con Tom Hanks. È interessante notare che, in realtà, ha ringraziato Willis per aver assegnato a lui il ruolo, poichè egli ha avuto la sua grande occasione sul grande schermo con l’action epico Armageddon dopo aver lavorato a Hollywood come guardia del corpo di grandi star come Will Smith e LL Cool J. Willis ha avuto modo di leggere una copia della sceneggiatura de Il Miglio Verde e ha pensato che lui fosse perfetto per il ruolo di John Coffey. Quindi ha personalmente chiamato lo sceneggiatore / regista Frank Darabont e lo ha raccomandato per il ruolo. Willis e Duncan in seguito hanno lavorato insieme nel film “Breakfast of Champions“, “The Whole Nine Yards” e “Sin City”.

Ha avuto una canzone nella Top 5

Willis era così popolare negli anni ’80 che il suo album musicale del 1987 pubblicato da Motown è stato potenziato dal back-up di leggende R & B come The Temptations e Ruth Pointer di The Pointer Sisters e ha riscosso un discreto successo grazie alla cover di Willis del soul classic “Respect Yourself“. Willis pubblicò un altro album nel 1989, prima di concentrarsi nuovamente sulla recitazione.

Bruce Willis in Moonlighting

Bruce Willis in Moonlighting

Ha avuto una perdita dell’udito permanente durante le riprese di “Die Hard”

Willis ha avuto una svolta nella sua carriera con “Die Hard“. Il regista John McTiernan voleva fare un film di azione coinvolgente, usando agli attori che offrivano un fascino pop forte sullo schermo. Sfortunatamente la famosa scena in cui McClane uccide uno dei cattivi sparando da sotto un lungo tavolo è stata così forte, con lo sparo troppo vicino alle orecchie di Willis che ha perso due terzi dell’ udito nell’orecchio sinistro.

Ha recitato ne “Il Sesto Senso” perché doveva alla Disney un altro film

Una delle interpretazioni più memorabili di Willis negli ultimi anni è stata quella dello psicologo infantile Malcolm Crowe ne “Il sesto senso” di M. Night Shyamalan. Tuttavia non sarebbe successo se non avesse causato la cancellazione di un altro progetto cinematografico. Willis era stato scelto per recitare in un film sull’ hockey della Disney chiamato “The Broadway Brawler”, ma le tensioni che si sono sviluppate tra Willis e i registi non hanno permesso la realizzazione del progetto. Willis ha avuto un credito da produttore e ha interrotto bruscamente la produzione licenziando il regista e quasi tutti gli altri membri della troupe. Il presidente della Disney, Joe Roth, non voleva vedere Willis o lo studio coinvolti in una lunga battaglia legale, così convinse Willis a fare ammenda partecipando ad almeno altri due film con la Disney. Quei film furono “The Kid” e “Il Sesto Senso“.

Commenta

Commenti

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

Downton Abbey il film, finalmente il teaser trailer è online

Stefania Albani14 dicembre 2018

After, dal romanzo di Anna Todd con Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin il teaser italiano

Stefania Albani14 dicembre 2018

La Douleur, dal romanzo di Marguerite Duras ecco il trailer italiano del film francese

Stefania Albani12 dicembre 2018

3Belows: Tales of Arcadia secondo capitolo della trilogia animata firmata da Del Toro, il trailer

Redazione12 dicembre 2018

Trailer ufficiale di True Detective 3

Stefania Albani12 dicembre 2018

The Highwaymen, Woody Harrelson e Kevin Costner protagonisti della prima immagine

Stefania Albani11 dicembre 2018

Godzilla II: King Of The Monsters , scontro finale nel secondo Trailer Ufficiale italiano

Redazione11 dicembre 2018

Terzo trailer ufficiale italiano per Glass

Stefania Albani11 dicembre 2018

Eccezionale il cast del thriller Triple Frontier , ecco il Trailer sottotitolato

Redazione10 dicembre 2018