News Cinema, Tv, Libri

Serie tv con i finali più deludenti

Serie tv con i finali più deludenti

Serie tv con i finali più deludenti

Malati di serie tv anche voi? Vi è mai capitato di piangere, ridere, coi loro protagonisti, aspettare con impazienza la prossima puntata, cercarla magari in lingua originale perchè l’attesa di una settimana sarebbe stata troppo lunga. Poi improvvisamente…. finiscono. Ma come ? Finiscono si, ovvio, prima o poi (anche se non vorremmo mai succedesse) , ma non come vi sareste aspettati, non come speravate, vi lasciano l’amaro in bocca, vi deludono e vi sentiti traditi, da pianto quasi.

Poco fa è successo con Nashville dopo ben 4 anni scontentando parecchi, ma era già successo in passato con serie tv passate alla storia, ad esempio Lost, o più recentemente con True Blood o How I Meet Your Mother.

Quindi  quali sono i finali più deludenti che il piccolo schermo ci ha regalato in questi anni? Quali telefilm si sono trascinati ben oltre la loro durata naturale ? Come le ciambelle che non tutte riescono col buco anche le serie tv non riescono tutte col finale sperato e perfetto. Capita anche che a causa dello scarso pubblico oltreoceano ci lasciano a metà della storia venendo cancellata prematuramente.

Facciamo quindi una piccola lista delle serie tv che ci hanno regalato un finale altamente deludente:

Nashville (4 stagioni dal 2012 al 2016)

La serie viene interrotta alla quarta stagione fra tante polemiche. Prima di tutto per per l’improvvisa cancellazione da parte della Abc e poi per il finale: nell’ultima puntata, infatti, l’aereo con a bordo Juliette Barnes svanisce nel nulla, perdendo i contatti con la torre di controllo. Il tutto mentre il suo Avery attende trepidante il suo ritorno.Queste cose non si fanno… eravamo tutte li in attesa dell’abbraccio finale. No, così no !

Serie tv con i finali più deludenti Nashville

How I met your mother (9 stagioni dal 2005 al 2014)

Dopo ben nove, e ripeto nove stagioni, Ted, Barney, Robin, Lily e Marshall hanno salutato i fan di How I Met Your Mother con un finale che ha deluso le aspettative di parecchi , molti fan infatti sono rimasti perplessi quando, al termine di How I Met Your Mother, si è scoperto che la “madre” era solo una funziona narrativa per riportare al centro la storia d’amore tra Ted e Robin. Oscurando quasi del tutto la “madre” protagonista del titolo. Dopo l’appassionato racconto durato ben dieci anni, Ted capisce che il suo vero amore altro non è che la ragazza che gli aveva fatto battere il cuore alla prima puntata: Robin. Le reazioni dei fan sono state particolarmente accese soprattutto sui social. E tutto questo dopo le ultime stagioni, in cui era stato costruito un lungo climax verso il matrimonio di Robin e Barney, ciò è risultato effettivamente bizzarro, ma è più che altro colpa dell’eccessiva lunghezza della sitcom, che avrebbe dovuto chiudersi almeno tre anni prima.

TV LOOKOUT

True Blood (7 stagioni dal 2008 al 2014)

La conclusione tragica della storia d’amore tra Bill e Sookie, con lui che chiedeva a lei di ucciderlo, è solo uno dei problemi del finale di True Blood, che i fan non hanno per nulla apprezzato.

Dexter (8 stagioni dal 2006 al 2013)

Dopo un calo vistoso di qualità nelle ultime stagioni, nemmeno il finale di Dexter riuscì a risollevare le sorti di una serie un tempo amatissima. Dexter se ne va a fare il taglialegna  dalla barba incolta e dallo sguardo infelice. dopo aver posto fine alle sofferenze della sorella Deb staccandogli la spina, uccidendola,  aver gettato la sua salma in mare, ed essere sopravvissuto a un uragano con la sua barca.  Fan in subbuglio.

(ma perchè ho deciso di scrivere questo articolo non avendo finito di vedere tutte le stagioni? ggrrrrrr.)

finalideludenti_dexter

Misfits (5 stagioni dal 2009 al 2013)

Cinque stagioni che hanno visto cambiare praticamente tutto il cast principale e un finale che ha visto il protagonisti di Misfits lasciare finalmente il servizio sociale al termine della loro pena. Solo che a questo punto non c’era più nessuno dei delinquentelli con superpoteri di cui il pubblico si era innamorato.

One Tree Hill (9 stagioni dal 2003 al 2012)

Un’altra serie durata tantissimo, ma dopo che Lucas e Peyton hanno abbandonato la serie nella sesta stagione, OTH non si è più ripreso. I nuovi personaggi non si sono dimostrati all’altezza e i vecchi sono stati spremuti fino all’osso, non avendo più alcun contenuto valido da offrire. La serie si conclude al tredicesimo episodio della nona stagione in occasione del decimo anniversario del Tric.

Desperate Housewives (8 stagioni dal 2004 al 2012)

Per otto patinate stagioni, Desperate Housewives ha tenuto incollati allo schermo casalinghe smaniose (e mariti ficcanaso) da ogni angolo del globo, diventando un fenomeno mediatico, senza precedenti, che vantava fan illustri come l’ex-first lady Laura Bush che si auto-definì, ironicamente, «casalinga disperata».
Le quattro casalinghe di Wisteria Lane salutano il pubblico, fra alti e bassi, all’ottava stagione. Lynette, Gabrielle, Bree e Susan lasciano il loro storico quartiere in cerca di nuove avventure. Nell’ultima scena Susan dice addio alla sua strada salutando le anime di tutti i personaggi defunti nelle precedenti stagioni. Certo, un finale alla Sex and the City, con le quattro amiche che trangugiano caffè e si sfidano un’ultima volta a poker, sarebbe andato per la maggiore.

Lost (6 stagioni dal 2004 al 2010)

Lost, una delle serie tv più amate dai fan di tutto il mondo, si chiuse nel 2010 con una sesta stagione incerta e confusa, il cui finale ha convinto ben pochi.Dopo sei anni di botole, orsi polari e fumo nero, i naufraghi di Lost hanno salutato i fan in quello che è forse il finale più discusso e controverso nella storia della serialità televisiva. In un salto temporale di anni, in La fine, l’ultima della sesta stagione di quasi due ore, vediamo tutti i protagonisti in una sorta di limbo, dove si sono ritrovati dopo la morte, avvenuta per alcuni sull’isola, per altri molti anni dopo. Un finale che unisce l’anima razionale e mistica della serie, ma incapace di spiegare gli innumerevoli interrogativi lasciati in sospeso nel corso della serie.
Enigmi lasciati (volutamente) irrisolti, un aldilà che ancora i fan stentano a capire e la morte di Jack, speculare alla scena iniziale della prima stagione e unico momento poetico dell’episodio. Che però fa arrabbiare ancora di più, perché è chiaro che, quando Damon Lindelof e Carlton Cuse dicevano di sapere come sarebbe finita la serie, si riferivano solo a questa inquadratura. Il resto se lo sono inventati strada facendo.

finalideludenti_lost

Ugly Betty (4 stagioni dal 2006 al 2010)

Era il 2006 quando, per la prima volta, abbiamo fatto la sua conoscenza. Era bruttina, fuori luogo, buffa e imbranata ma ci ha conquistati immediatamente. Il suo aspetto, ben lontano dai canoni estetici dettati dalla moda, ci ha scioccato e divertito, ma è bastato poco per apprezzare gli abiti appariscenti, le collane pacchiane, il poncho di Guadalajara. Ed è stato subito amore a prima vista. In fin dei conti Betty rappresenta ciò che, quasi tutte, vorremmo essere: fiere di noi stesse.
Dopo lo straordinario successo delle prime tre stagioni, le avventure di Betty Suarez iniziano ad annaspare, gli ascolti crollano e la Abc decide di chiudere in anticipo la serie. Tesa eccessivamente in primo luogo, è finita sinteticamente spiegazzata come un elastico tirato troppo a lungo. Sarà per questo che il finale non rende giustizia alle peripezie dell’assistente di Mode anche se, dagli ultimi fotogrammi, si percepisce l’intenzione degli autori di coinvolgere Betty e Daniel in una nuova storia d’amore. Riassunta sommariamente alla fine per avere una conclusione prima che venisse cancellata dalla programmazione.

finalideludenti_uglybetty

Nip/Tuck (6 stagioni dal 2003 al 2010)

Creato nel 2003 da Ryan Murphy, Nip/Tuck è una brillante serie americana sul mondo della chirurgia. Dopo aver conquistato milioni di spettatori in tutto il mondo, il finale dello show, a causa dell’allontanamento di Murphy per dirigere il discutibile Mangia, prega ama con Julia Roberts, non è stato all’altezza delle aspettative. La conclusione della saga lascia orfani molti spettatori, che si erano avvicinati all’ennesimo telefilm “medicale” un po’ scettici e invece ci si sono appassionati proprio perché Nip/Tuck era una serieun po’ fuori dalle righe. Alla centesima puntata (sesta stagione), iniziata e finita con Ryan Murphy ideatore e sceneggiatore, si conclude – dopo mille peripezie, mille cambiamenti e variazioni, dopo la nascita e la morte di molti personaggi – ancora con i dottori McNamara e Troy, che sembrano però prendere due strade diverse, scegliere di seguire le loro caratteristiche personali senza l’influenza dell’altro.

Battlestar Galactica (4 stagioni dal 2006 al 2010)

Dopo quattro stagioni di grande livello, Battlestar Galactica si arenò su un finale mistico in cui venne addirittura tirato in ballo Dio. I fan si stanno ancora grattando la testa.

Heroes (4 stagioni dal 2006 al 2010)

Heroes aveva avuto un esordio strepitoso: una prima stagione avvincente ed originale come non se ne vedeva da diverso tempo, tanto che l’attesa dell’episodio settimanale era sempre più febbrile.
Purtroppo però la magia si è spezzata già alla seconda stagione, in un declino vertiginoso che ha fatto rimpiangere ai fan che i produttori non si fossero fermati alla prima.
Lo show invece è andato avanti fino alla quarta stagione, seguita da un numero drasticamente minore di spettatori.
Doveva essersi concluso così, si era pure parlato di una quinta stagione.Tremo al solo pensiero.

finalideludenti_heroes

Una mamma per amica (6 stagioni dal 2000 al 2007)

Finale inconcludente (non scritto dall’ideatrice della serie  Amy Sherman-Palladino, che lascia alla fine della sesta stagione), che vede Rory partire per Washington per uno stage giornalistico presso la Casa Bianca, dopo aver rifiutato la proposta di matrimonio di Logan (che la molla) e Lorelai, rimessasi (per l’ennesima volta) con Luke.

I Soprano (6 stagioni dal 1999 al 2007)

Una delle più amate serie di tutti i tempi, responsabile di aver lanciato la nuova era della TV americana, basata su concept complessi, grande scrittura e recitazione, I Soprano si chiuse però con una scena destinata a dividere i fan, con Tony e la sua famiglia intorno al tavolo di un diner intenti a ordinare anelli di cipolla mentre i loro acerrimi nemici sono pronti a ucciderli, ma uno stacco al nero che avrebbe lasciato tutti in sospeso… per sempre. I titoli di coda scorrono, per la prima volta, senza base musicale, ma nel completo silenzio. Sicuramente un finale d’impatto, ma deludente per i fan più accaniti.La saga della famiglia di Tony Soprano si conclude alla sesta stagione.

Will & Grace (8 stagioni dal 1998 al 2006)

Una delle migliori serie a carattere lgbt, i suoi protagonisti sono diventati iconici, dalla ricca Karen allo stridulo Jack, passando per la comicità della cameriera Rosario per non dimenticare, ovviamente, la coppia di amici da cui la sit-com prende il nome. Si conclude all’ottava stagione lasciando con l’amaro in bocca. Se avevamo una certezza, era proprio la solidità della loro amicizia: nonostante le scaramucce dovute alla convivenza o alle reciproche disattenzioni una volta fidanzati – o sposati, nel caso di Grace – si sarebbero sempre voluti bene.
E invece scopriamo che non è così: Will e Grace litigano, e non si vedono reciprocamente per un tempo lunghissimo.
Si rincontreranno solo casualmente quando i rispettivi figli, ormai cresciuti, si conosceranno al college. Certo, dopo otto anni di trovate geniali e una sceneggiatura brillante, un finale così iniquo ce lo potevano risparmiare.

finalideludenti_willgrace

Dawson’s Creek (6 stagioni dal  1998 al 2003)

Un finale ricco di colpi di scena per il teen-drama più famoso della tv: con Joey che sceglie Pacey anziché Dawson e Jen che muore lasciando sua figlia orfana. I fan della serie hanno storto il naso.

X Files (9 stagioni dal 1993 al 2002)

Ideato da Chris Carter nel 1993, X-Files è una delle serie più apprezzate della storia della televisione. La serie ha incollato milioni di spettatori per oltre dieci anni, salvo poi deluderli nel finale, che non ha risposto a tutti i molteplici interrogativi aperti durante le nove stagioni. Il risultato è una conclusione talmente ovvia da risultare, a tratti, banale.
X-Files comunque sta per tornare, con sei nuovi episodi che forse porteranno un po’ di chiarezza nella mitologia. Perché quel finale, in cui Fox Mulder (David Duchovny) ricompariva dopo una stagione di assenza, all’interno di un processo che tentava di tirare, maldestramente, le fila di nove stagioni, tutto fu tranne che soddisfacente.

Gillian Anderson (left) and David DuchovnyThe X-Files

Willy il principe di Bel Air (6 stagioni dal 1990 al 1996)

La serie che ha lanciato Will Smith chiude i battenti dopo sei stagioni. Nell’ultima puntata i Banks vendono la casa, Hilary ed Ashley si trovano un appartamento in città e Carlton s’iscrive al college. Willy si sente triste, ma proverà, per la prima volta, a vivere da solo. L’ultima scena si chiude con Willy che spegne la luce del set. Certo, per una serie così brillante, terminare con il sorriso sarebbe stato più gradito.

Twin Peaks (2 stagioni dal 1990 al 1991)

Il capolavoro televisivo firmata da David Lynch e Mark Frost è stato forse uno degli esperimenti più riusciti della serialità statunitense. La serie si è protratta per soli trenta episodi raccontando una storia ricca di surrealismo, orrore e umorismo, ma le pressioni della Abc e l’improvvisa cancellazione, hanno lasciato un finale tronco che non rende giustizia allo show. Cosa ci serberà la nuova Twin Peaks presto in arrivo ?

Twin-Peaks_3

Commenta

Commenti

Approfondisci News Cinema, Tv, Libri

1477472197_daredevil-the-punisher

The Punisher, il teaser trailer è arrivato!

Letizia Rogolino18 agosto 2017
inhumans-1

Incontriamo la famiglia degli INHUMANS nel nuovo trailer originale

Stefania Albani18 agosto 2017
The Defenders il Trailer Finale della serie tv Netflix

The Defenders il Trailer Finale della serie tv Netflix

Redazione17 agosto 2017
15-17 to paris set

Clint Eastwood a Venezia sul set di 15:17 to Paris, ecco le immagini

Stefania Albani17 agosto 2017
Aquaman foto dal set

Aquaman , nuove foto dal set

Stefania Albani17 agosto 2017
doctor-strange-teased-thor-ragnarok

Thor: Ragnarok, Doctor Strange appare nel nuovo trailer

Letizia Rogolino17 agosto 2017
dove cadono le ombre poster. banner

Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini ecco il Poster

Stefania Albani16 agosto 2017
The-Killing-of-a-Sacred-Deer-1-620x414

The Killing of a Sacred Deer, horror psicologico con la Kidman e Farrell, trailer e poster

Stefania Albani16 agosto 2017
Screen-Shot-2017-08-15-at-5.21.34-PM-e1502843010742

The Beast is an Animal, il film di Ridley Scott per Amazon

Letizia Rogolino16 agosto 2017