Dal Set

L’evocazione – The Conjuring: intervista con James Wan dal set

L’evocazione – The Conjuring: intervista con James Wan dal set

L’evocazione – The Conjuring: intervista con James Wan dal set

L’evocazione – The Conjuring: il regista James Wan sa bene cos’è la suspence e il suo ultimo film è forse uno dei migliori horror degli ultimi dieci anni.

Inizio subito col dire che secondo me L’evocazione – The Conjuring è l’horror dell’anno.
In realtà credo si tratti del primo film che, nel corso dell’ultima decade, mi ha fatto sobbalzare quasi costantemente senza diventare mai prevedibile e scontato – e non è affatto poco.

L’evocazione – The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring

Per intenderci: non si tratta di uno di quegli horror a base di sangue, teste mozzate o scene disgustose che vogliono solo raccapricciare lo spettatore – ragione per cui, secondo me, attirerà in sala non soltanto orde di adolescenti affamati di horror, ma anche un pubblico più maturo. Perché L’evocazione – The Conjuring è innanzitutto un horror adulto e, in parte, una specie di nuovo Esorcista: il regista malese/australiano James Wan (Saw, Insidious e i prossimi Insidious 2 e Fast & Furious 7) guida un team di attori “da paura” in questa ricostruzione di una vicenda realmente accaduta che vide coinvolti, negli anni ’70, Ed e Lorraine Warren, celebre coppia di investigatori del paranormale (il film Amityville Horror è basato su uno dei circa 10000 casi sui quali i due demonologi si ritrovarono a lavorare), e la famiglia Perron, perseguitata da oscure presenze maligne nella loro nuova casa (in cui rimasero per dieci anni). Quello che potrebbe rivelarsi un punto di forza ulteriore del film è l’apertura ad un eventuale sequel, vista la quantità di casi di cui i Warren si sono occupati nel corso della loro lunga e incredibile carriera.

L’evocazione – The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring

Io ho avuto la fortuna di essere stato sul set di L’evocazione – The Conjuring a Wilmington, una deliziosa cittadina nel North Carolina che viene spesso sfruttata come set per serie tv o film. A Wilmington si trovano infatti gli EUE Screen Gems Studios che, sin dalla loro apertura nella prima metà degli anni ’80, hanno ospitato migliaia di produzioni cinematografiche e televisive, dalla serie cult Dawson’s Creek  fino al recente Iron Man 3. Nel periodo in cui mi trovavo sul set di L’evocazione – The Conjuring (Aprile 2012, quando il film aveva un altro titolo, “The Warren files”) si stavano ultimando le riprese delle scene finali del film.
E così, nell’arco di sedici ore ininterrotte sul set, ho avuto modo di incontrare i protagonisti del film (Patrick Wilson, Lili Taylor e Ron Livingston), gli sceneggiatori, i produttori, la scenografa, il musicista e, naturalmente, il regista.
In questo primo articolo su L’evocazione – The Conjuring vi propongo dunque la mia intervista col mitico James Wan.

L’evocazione – The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring

Innanzitutto che cosa l’ha attratta della storia dei Warren?

Conosco le storie legate alla famiglia Warren da anni e resto sempre colpito e affascinato dalle storie e dai film che sono, in qualche modo, ispirate a Ed e Lorraine Warren. È un po’ difficile fare delle ricerche su ciò che è legato al soprannaturale e non trovare qualcosa che non sia legato a loro due. I loro nomi mi sono apparsi davanti agli occhi moltissime volte nel corso degli anni. Dato che mi piace fare dei film di paura, ed essendo un grande fan di questo genere di storie, nel momento in cui mi è stata offerta la possibilità di girare L’evocazione – The Conjuring, mi sono detto: “Sai cosa? Se voglio fare un’altra storia di fantasmi, ne voglio fare una che abbia una qualche sostanza o che sia basata sul mondo reale”. Le possibilità di fare una storia vera, con personaggi davvero affascinanti e reali, mi hanno fatto subito dire di sì.

Il cast di L’evocazione – The Conjuring è magnifico: Vera Farmiga e Patrick Wilson nei panni dei Warren e Lili Taylor e Ron Livingston in quelli dei Perron. Con Patrick, tra l’altro, si tratta della tua seconda collaborazione, visto che avevate già lavorato insieme in Insidious.

Patrick è una persona fantastica e soprattutto un grande attore. Qui sul set fa un sacco di scherzi e battute, per cui rende anche l’atmosfera decisamente rilassata e divertente; penso sia un bene riuscire a portare questa leggerezza sul set pur mantenendo un’altissima professionalità. Per quanto riguarda gli altri tre attori, invece, questa è la prima volta che lavoro con loro e non posso dire altro se non che li adoro. Non voglio sembrare come uno di quei registi che danno delle risposte banali, ma è davvero bellissimo e stimolante lavorare con loro, ci credo sul serio. Sono fantastici, mi sento fortunato ad avere la possibilità di lavorare con loro, specialmente su una storia come questa e con dei personaggi come questi. Per me il film riguarda soprattutto due famiglie e parla del momento in cui la famiglia e la fede si incontrano, con tutti gli ostacoli che possono derivarne.

L’evocazione – The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring

Quanto conta per te collaborare con un team di persone che stimi e con cui hai lavorato in precedenza? In L’evocazione – The Conjuring torni a lavorare con parecchie persone.

È molto importante perché è un po’ come sentirsi in famiglia – Oh, vedi? Ho appena ripreso il discorso sulla famiglia (ride)! Ho così tanti progetti in ballo con la maggior parte di questi ragazzi. Questo è il mio quarto film con la scenografa Julie Berghoff, ad esempio. Ho lavorato con molti di loro prima d’ora, hai ragione. Ecco la chiave di tutto, no? Trovare delle persone con cui vai d’accordo e lavori bene e portarli con te in qualunque progetto possibile.

Insomma, quando c’è una bella energia si lavora meglio?

Sì, e soprattutto non devi ricominciare tutto daccapo. Ci conosciamo tutti piuttosto bene: loro mi conoscono, sanno cosa mi piace, il modo in cui preferisco girare. E sanno anche cosa non mi piace, che è una parte fondamentale.

L’evocazione – The Conjuring è in parte una storia su una casa infestata. Che cosa aggiunge di nuovo a questo genere?

È un film piuttosto complesso da girare – e una grande sfida. Ha a che vedere con alcune caratteristiche di un sottogenere come quello delle case infestate, appunto, con cui abbiamo una discreta familiarità, ma allo stesso tempo quello che c’è di nuovo è nei personaggi: il fatto che Ed e Lorraine Warren siano stati fonte di ispirazione per altri personaggi in altri film è straordinario e penso sia parte del fascino del film. Avete già visto personaggi come questi in altri film ma ora, in L’evocazione – The Conjuring, vedrete da dove provengono e, in particolare, capirete dove tutto è cominciato. Loro sono i cacciatori di fantasmi originali. Ecco perché è stato anche molto divertente. Inoltre è stato bello entrare in quel periodo: sapevo dall’inizio che non volevo rendere la storia moderna, non volevo ambientarla nel mondo di oggi.

L’evocazione – The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring

Il film è stato girato in ordine cronologico. Come mai hai optato per questa scelta?

Amo girare in ordine cronologico perché sai dove sei da un punto di vista emotivo – e soprattutto in un film così basato sulle emozioni come L’evocazione – The Conjuring! Mi aiuta a dirigere i miei attori quando so esattamente a che punto della storia ci troviamo; se non ho girato ancora una scena ma sono già al lavoro su quella successiva, mi sento un po’ spaesato e così mi ritrovo a non sapere bene in quale spazio mentale i miei attori dovrebbero trovarsi a quel punto. Per cui cerco sempre di girare in ordine cronologico, ma sai, non è affatto semplice per una questione di schedule.

Cosa puoi dirci invece dell’uso delle luci sul set? Mi sembra siano piuttosto naturali.

Hai colto perfettamente le mie intenzioni. Volevo che fosse un film con un suo stile preciso, molto riconoscibile, ma allo stesso tempo m’interessava che somigliasse quasi a un documentario. Ci sono scene in cui usiamo semplicemente una lampada che pende dal soffitto, mentre altre hanno richiesto più tempo e sono state illuminate in maniera completamente differente. Ma anche in quei casi non volevo che il film sembrasse troppo costruito: volevo che mantenesse un aspetto naturale, perché penso che questo sia molto importante quando si racconta una storia vera come L’evocazione – The Conjuring.

L’evocazione – The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring

Com’è stato avere sul set la vera Lorraine Warren durante le riprese?

È stato molto cool anche perché sai che stai girando un film su questa donna così affascinante, e poi te la ritrovi sul set e scopri che è una persona entusiasta e intenzionata a supportarci. Sono nervoso, di solito, quando le persone dal mondo “reale” fanno la loro comparsa sul set: mi chiedo come si sentiranno, se penseranno che sto esplorando la loro storia nel modo sbagliato, se ho capito veramente il materiale a cui sto attingendo, etc. Quando Lorraine e anche i veri genitori della famiglia Perron arrivarono sul set, rimasero invece molto sorpresi per come abbiamo cercato di attenerci alla loro vicenda e di restare il più fedeli possibile all’essenza della storia. Ne sono stato molto felice.

L’evocazione – The Conjuring sarà nelle sale italiane dal prossimo 21 Agosto.

Commenta

Commenti

Approfondisci Dal Set

Trailer Italiano e poster di Pitch Perfect 3

Trailer Italiano e poster di Pitch Perfect 3

Stefania Albani25 giugno 2017
Il Poster ha rivelato il titolo del sequel di Jurassic World, sarà Fallen Kingdom

Il Poster ha rivelato il titolo del sequel di Jurassic World, sarà Fallen Kingdom

Stefania Albani23 giugno 2017
The Assassination of Gianni Versace, le prime immagini ufficiali

The Assassination of Gianni Versace, le prime immagini ufficiali

Stefania Albani23 giugno 2017
Han Solo, la LucasFilm licenzia i registi Phil Lord e Christopher Miller

Han Solo, la LucasFilm licenzia i registi Phil Lord e Christopher Miller

Stefania Albani21 giugno 2017
Nuovo Trailer redband per American Assassin con Dylan O'Brien e Michael Keaton

Nuovo Trailer redband per American Assassin con Dylan O’Brien e Michael Keaton

Stefania Albani20 giugno 2017
Annabelle 2: Creation ecco un nuovo inquietante trailer con la bambola posseduta

Annabelle 2: Creation ecco un nuovo inquietante trailer con la bambola posseduta

Stefania Albani20 giugno 2017
American Assassin, Dylan O'Brien nel poster ufficiale del film

American Assassin, Dylan O’Brien nel poster ufficiale del film

Stefania Albani19 giugno 2017
Transformers 5: L'ultimo Cavaliere, pioggia di immagini

Transformers 5: L’ultimo Cavaliere, pioggia di immagini dal set

Stefania Albani19 giugno 2017
My Cousin Rachel, Sam Claflin e Rachel Weisz nel Trailer Ufficiale

My Cousin Rachel, Sam Claflin e Rachel Weisz nel Trailer Ufficiale

Stefania Albani16 giugno 2017